LA S.O.M.S. con l'ASSOCIAZIONE MUSICALE G. PUCCINI
Nella lunga tradizione della Società di Mutuo Soccorso non è mai mancata l’attenzione nei confronti dell’istruzione. Ne costituisce una prova l’aver gestito una scuola di disegno per arti e mestieri dal 1914 al 1962, un periodo sicuramente difficile, attraversato da due confitti mondiali il primo dei quali particolarmente cruento per essere divenuta la nostra zona prima linea difensiva della destra Piave. In quegli anni l’edificio destinato a scuola dovette essere ceduto alla Croce Rossa per costituirne un ospedale appena dietro alle trincee.
All’interno delle aule di detta scuola sono passati centinaia e centinaia di allievi che, mentre di giorno imparavano un mestiere come garzoni, alla sera si dedicavano ad approfondire la materia del loro lavoro attraverso il disegno, accompagnati in questo percorso da insegnanti qualificati che hanno trasmesso loro la professionalità e il senso del dovere. E’ giusto ricordare l’architetto Varlonga di Moriago, Giovanni Zanzotto, padre del poeta Andrea, Gino Rossi, lo sfortunato pittore che risiedeva su Montello, il geometra Luciano Martinelli, il geometra Fernando Cavasin e la lista potrebbe continuare a lungo.
Tutto questo si è realizzato per iniziativa di alcuni filantropi in particolare Andrea Antonini, Elvidio Casellato, Filippo Garizzo, Franco Sartori che hanno ritenuto l’elevazione culturale essere il vero pilastro nella formazione dei giovani che, per le particolari condizioni delle famiglie, non potevano accedere a studi superiori.
Da quei tempi le condizioni sociali sono notevolmente mutate e delle scuole per arti e mestieri possiamo farne a meno ma non dobbiamo dimenticare che il movimento del Mutuo Soccorso è stato determinante per la crescita sociale non solo in Italia ma a livello europeo.
In questo momento di particolare difficoltà per una pandemia che stiamo combattendo ormai da un anno e mezzo ognuno è chiamato a dare il proprio contributo come meglio può, in continuità con i propri ideali e i propri principi.
La S.O.M.S. di Crocetta vive dal 1910 attraverso le quote versate annualmente dai propri soci e da quelle attività che sono bloccate ormai da tempo, ma vuole dare testimonianza della sua presenza attiva nel territorio corrispondendo un premio in denaro ai migliori allievi della Scuola di Musica condotta dall’Associazione musicale G. Puccini di Crocetta. E’ un piccolo segno che rinsalda la collaborazione in atto tra la S.O.M.S. e l’Associazione Puccini, che si concretizzerà domenica 6 giugno alle ore 10 presso la sala consigliare del Municipio di Crocetta alla presenza dei rappresentanti dell’Amministrazione comunale, della Scuola di Musica e della S.O.M.S. di Crocetta con l’auspicio che si possa presto riprendere ogni iniziativa di carattere culturale nel segno della solidarietà e dell’impegno sociale.

La commissione esaminatrice ha esaurito il suo compito decretando i vincitori del concorso:
MICOL BUSO (pianoforte) si aggiudica il I premio del valore di € 250
GABRIELE MARCOLIN (batteria) riceve il II premio del valore di € 200
BEATRICE FERRACIN (pianoforte) riceve il III premio del valore di € 100
a LAURA FORNASIER (violino) va il III premio ex aequo, sempre del valore di
€ 100.

Congratulazioni ai vincitori di questa competizione ed auguri per un roseo futuro all'insegna della musica.